ARTURIANI

Arturo è una stella gigantesca di colorazione rossastra, nella costellazione di Boote, è la quarta stella della nostra galassia in magnitudo dopo Sirius del Grande Cane, Canopus della Carena ed Alfa del Centauro. È lontana 36,7 anni-luce dalla Terra. Il suo diametro fisico è di 25 milioni di chilometri, cioè quasi 19 volte il diametro del nostro Sole, ma la sua irradiazione spirituale è capace di raggiungere dei sistemi planetari situati a milioni di anni-luce! Si sposta nel nostro spazio di terza dimensione alla velocità di 424.800 km/ora. È identificabile molto facilmente, perché si trova attualmente nel prolungamento dell’arco formato dalle tre stelle della coda dell’Orsa Maggiore, è quella stella luminosissima che si vede portando lo sguardo al di sopra della propria testa.

Arturo è ” il Pastore Celeste ” della nostra galassia. Una delle missioni degli abitanti di questa costellazione consiste nell’assistere le creature che sperimentano i piani vibratori più lenti del nostro universo; hanno il compito di vegliare su di loro affinché ciascuna possa ritornare ” all’Ovile Cosmico ” al termine del suo apprendistato. Gli Arturiani, partecipano così in modo importante al risveglio spirituale di certi pianeti sperimentali (di cui la Terra fa parte).

Gli Arturiani sono umanoidi dalla lunga capigliatura dorata e dall’aspetto maestoso. Hanno la maestria totale della loro energia e sono perfettamente androgini. Intervengono, tra l’altro, nella creazione di corridoi interdimensionali e nella formazione dei cerchi nel grano. Lavorano in stretta collaborazione con gli abitanti di Vega, della Costellazione della Lira e con  i Monoceros, che sono loro discendenti.

Hanno fissato una base avanzata dentro uno degli anelli del pianeta Saturno, per condurre a buon fine la loro missione nel nostro sistema planetario, affinché il grande mantra ” Om Mani Padme Hum ” possa radicarsi nella coscienza collettiva dell’umanità e facilitare il nostro accesso alla multidimensionalità ed il nostro ” Ritorno nella Coscienza Universale del Padre “.

Gli Arturiani sono in relazione diretta col popolo dei Cetacei (delfini, focene e balene) di cui assumono parte della guida; uno dei loro obiettivi è attirare la nostra attenzione sulla straordinaria saggezza di certe creature non umane incarnate nel nostro spazio di terza dimensione. Ci preparano così ad accettare l’idea che l’intelligenza non sia l’appannaggio della sola umanità terrestre e che gli scambi e le collaborazioni future con altre creature possano diventare per noi una reale sorgente di progresso e di arricchimento spirituale. Gli Arturiani sono noti nella Federazione Galattica, anche per essere dei grandi esperti e amanti degli spettacoli teatrali.

estratto dal sito in lingua francese: www.erenouvelle.com

Gli Arturiani possono controllare se stessi in modo tale da non aver bisogno di cibo, sono capaci di vivere nella luce liquida, sono capaci di vivere in forme di energia eterica.  Non si nutrono di materia animale,   nessun tipo di pesce,  non usano prodotti animali. Nei periodi in cui mangiano, si limitiamo strettamente a piante o plancton, che è un tipo di struttura cellulare, non esattamente come il plancton che conosciamo sulla Terra.

Trovano anche utile utilizzare erbe quali le alghe, che sono però di natura diversa da quelle del nostro pianeta. I loro sistemi e le loro strutture fisiche naturalmente sono molto diverse perché non devono costruire strutture fisiche come le nostre, non hanno una  struttura muscolare, e in più non hanno le malattie che abbiamo noi e che sono relazionate alle nostre interazioni con il nostro ambiente fisico. Questo significa che sono capaci di spostare oggetti fisici e praticare attività fisiche ad un livello molto diverso dal nostro, perché non sono implicati nel movimento d’energia dei muscoli, sono in grado di farlo con i loro processi di pensiero e di unire il movimento del corpo con il pensiero.  Per la civiltà Arturiana non c’è nessuna competizione per il cibo, per la terra, per l’acqua (hanno qualcosa di simile all’acqua, che è una luce liquida con una vibrazione elevata, una sostanza fisica nella loro realtà che ingeriscono e che si potrebbe considerare simile ad una bevanda altamente proteica). Non fanno grandi mangiate, perché le loro attività non sono tanto focalizzate negli alimenti.   Gli Arturiani possono vivere da novecento a milleduecento anni terrestri, e non perdono i ricordi delle loro esistenze, anche di quelle vissute nella terza dimensione,  possono anche avere accesso alla loro vita futura; mentre noi terrestri, quando moriamo, perdiamo i ricordi di quel tempo vissuto, e nel perderli, in qualche modo dobbiamo ricominciare un’altra volta quando torniamo a incarnarci e, nel fare ciò, impieghiamo circa da trenta a quarant’anni per tornare al posto dove siamo rimasti nella vita precedente, in termini di coscienza.

Per gli Arturiani, la morte è veramente una transizione e la sperimentano come noi sperimentiamo  l’andare da una città all’altra o da uno stato ad un altro.

Sono alti meno di cinque piedi (circa un metro e mezzo). Possiedono un aspetto molto magro perché a causa della loro ingestione di cibo speciale non hanno tossine corporali, non sudano, e non possiedono movimenti intestinali o della vescica, come noi,  è un modo diverso di funzionamento del corpo, perché non accumula le tossine come il corpo dei Terrestri.

I processi di pensiero degli Arturiani sono legati in una coscienza di gruppo; lavorano per elevare tutti a tutti i livelli di pensiero, includendo la telepatia, il teletrasporto, la bilocazione, la proiezione di pensiero e la manifestazione della materia con il pensiero.  Sanno come connettersi con gli altri loro Sé, sonoo coscienti di esistere in altri livelli e che stanno comunicando con loro stessi in altri livelli.

Le biblioteche degli Arturiani non contengono libri da  leggere, ma sono costituite da attività di pensiero, tenedo una particolare dispositivo  in mano sono capaci di captare il pensiero.  Per quanto riguarda l’arte,  hanno dispositivi nei quali l’arte è stata proiettata, e quindi possono riceverne la forma,  il più puro ed elevato livello di lavoro è riprodotto attraverso modelli di pensiero, può anche essere riprodotto come un oggetto solido che può essere visto nella quinta dimensione. Anche le scoperte scientifiche ed i viaggi spaziali vengono realizzati attraverso il pensiero,  perché  il pensiero è l’attività primaria che porta alla creazione di oggetti. Non tutti scelgono di passare la loro vita nei gruppi che sostengono il pensiero; passano molto tempo nel contemplare la luce della forza creativa e nel cercare forme per manifestare quella forza ed energia nelle strutture fisiche.  Una delle loro missioni principali è la Porta Stellare,  lavorano creando portali e legami verso altre nazioni stellari, verso altre famiglie stellari epreparano schemi di come saranno altre vite, quando viaggiano attraverso la Porta Stellare e quando sono pronti per spostarsi verso altre galassie e altri sistemi.

Si stima che esistano almeno da 12 a 18 Porte Stellari (Star-Gate),  le quali sono in comunicazione l’una con l’altra attraverso l’universo,  e molte di loro sono fuori dalla nostra Galassia,  dove ne esisterebbero solo due. Esistono altre porte stellari in altre galassie con le quali gli Arturiani sono in comunicazione.

Le loro emozioni sono ad un livello molto diverso, perché non sperimentano  odio, gelosia, o qualsiasi altra emozione di bassa densità , sono coinvolti in emozioni più elevate d’amore, armonia e pace, anche se  sentimenti di natura più bassa possono ancora emergere negli adolescenti, che vengono istruiti affinchè  non si attacchino a quelle basse emozioni.  Quando un adulto ha emozioni basse, sono trasformate in livelli vibratori più elevati.  Gli Arturiani sono esseri di quinta dimensione, la quinta dimensione  è una dimensione spirituale cui possono entrare solo quelli che possano riconoscere la forza vitale e sanno che è la ragione più elevata dell’esistenza. Come esseri spirituali, sono spesso fuori dal loro corpo, e  vanno verso i livelli e le dimensioni più elevate,  viaggiando su e giù lungo la scala dimensionale. Possiedono uno stato di sogno come il nostro, però è  molto più avanzato. In questo stato, sanno dirigere i sogni ed elevare lo stato di sogno per processi ed attività più elevate. Come esseri spirituali sono in comunicazione con la forza vitale del Creatore.  Come esseri di quinta dimensione possono comunicare direttamente con Sananda Gesù continuamente, e possono anche comunicare con il Concilio dei Dodici, che sono i maestri nella galassia e con il Concilio Galattico. Essi si siedono con Sananda e altri che hanno la comunicazione più elevata con il Principio Creatore.  Passano molto tempo nei  templi.  La durata del sonno è molto diversa da quella dei Terrestri,  i loro giorni non sono di 24 ore,  i loro anni non hanno 365 giorni. Dormono in stati alterati di coscienza.  Hanno un Tempio di Cristallo simile a quello che hanno creato per gli esseri della Terra. Questo tempio di Cristallo è molto più grande di quello che si potrebbe immaginare.  I maestri Arturiani sono nei templi e stanno cercando di sostenere la luce spirituale che è conosciuta come la Forza di luce Arturiana.

Riassumendo, gli Arturiani vedono il pensiero, l’emozione, lo spirito e il corpo in un modo più unito e non li separano.

estratto dal sito:  www.cybertrails.com/groupofforty

 

Gli Arturiani si presentano

Benvenuti amici, desideriamo presentarci , siamo gli arturiani. Colui che vi parla è Ayron membro del consiglio arturiano per la luce in questa galassia. Ayron è un gruppo, una coscienza unita, Ayron è una pluralità di entità affini vibrazionalmente che esistono all’unisono. Un gruppo di coscienze. Colui che ci canalizza ( Sennar Karu n.d.t ), è una parte di questa coscienza incarnata sulla terra di terza densità e per semplificarvi la comprensione, egli è, sulle nostre linee di tempo, Ayron stesso.  Per accordo  egli sta progressivamente lavorando su se stesso per migliorare la sua capacità di canalizzare la nostra intelligenza e divenire un limpido canale, e vi chiediamo di avere pazienza e comprensione se alcuni concetti canalizzati non rispecchiano ancora appieno la loro massima valenza multidimensionale, poichè condizionati da una percezione, ancora in parte 3D del canale che le riceve.

Il nostro intento in questa occasione è presentarci e dare un’idea del lavoro che mediante il nostro canale trasmetteremo a voi d’ora in avanti.

Gli arturiani sono la coscienza collettiva di una razza antica quasi quanto la via lattea, razza che ha oltrepassato i confini della fisicità e raggiunto le sfere della pura luce multidimensionale. Attualmente come razza galattica stiamo sperimentando lo spazio di coscienza della settima densità ma coesistiamo, su differenti sequenze temporali , anche sugli spazi di coscienza di sesta e quinta densità. La coscienza collettiva della razza arturiana è la frequenza che accomuna gli arturiani su qualunque sequenza temporale odimensione. ( 5a,6a,7a )

Dovete comprendere che la percezione lineare del tempo è un limite dell’angolatura 3D. Tempo, spazio, coscienza e dimensione sono concetti che hanno una connessione significativa. La comprensione di questa dinamica sarà più facile in prossimità del passaggio dimensionale.

Siamo oggi presenti nel vostro tempo e  spazio per guidarvi e assistervi nel processo di transizione in corso sul vostro pianeta e del quale siete artefici.  Noi  Arturiani, nel nostro costante evolvere al pari di ogni altra razza galattica, siamo impegnati spiritualmente nel fornire assistenza, vibrazione, energia e conoscenza spirituale alle razze di questa grande galassia che sono alle porte di un salto dimensionale e di coscienza. La nostra presenza, il nostro manifestarci presso una razza di terza densità anticipa l’ascensione di quella razza alle frequenze della luce. Questo sta accadendo a voi, benché alcuni umani ne siano consapevoli e altri no, accade in virtù di un accordo collettivo della vostra razza di proseguire verso il successivo step esperienziale ed abbracciare la luce, in una nuova prospettiva 5D, proseguendo nel cammino di evoluzione come spetta ad ogni razza di questo universo. Quello che vi sto dicendo è che siete stati VOI a stabilire, a livello di coscienza collettiva, che il momento era proprizio per la vostra evoluzione e noi ci siamo manifestati in accordo alla vostra volontà.

Questo significa che per l’umanità terrestre è giunto il momento del grande lavoro di risveglio, lavoro che molte altre razze hanno già compiuto. Come sempre, ogni singola entità manifesta lavorerà su se stessa, e dunque l’ascensione è un processo assolutamente individuale. Tuttavia oggi, per accordo collettivo, sulla terra vi state risvegliando in numero sempre maggiore.

Molti altri gruppi e collettivi vi stanno oggi aiutando, e molte sono le razze impegnate insieme a noi nella salvaguardia della vostra specie e nell’attivazione dei portali che vi condurranno oltre le soglie delle 3D. Tutte queste razze formano la vostra grande famiglia cosmica, e rappresentano un’alleanza di proporzioni galattiche che da milioni di anni assiste e guida l’evoluzione in ogni angolo della via lattea.

Quanto sta accadendo oggi sulla terra fa parte di un ampio programma di sviluppo divino, deciso e sostenuto dalla grande intelligenza universale, composta dalla coscienza di ogni essere di questo universo. Si potrebbe dire che questa grande intelligenza universale è il creatore. L’unico proposito cosmico al quale ognuno di noi fa capo è l’evoluzione e l’esperienza in ogni sua forma.

La vostra razza è matura per il passaggio, e voi che finora avete vibrato e sperimentato l’esistenza dall’angolatura 3D oggi state lavorando per spostarvi, come razza, nell’ambito dell’esperienza 5D dell’esistenza. Questo è il motivo per cui i singoli individui stanno sperimentando l’espansione della coscienza, e questo fenomeno proseguirà in un crescendo esponenziale.

Così amici, siamo in realtà tutti partecipi di questa “grande opera” di evoluzione, il cammino per il ritorno alla sorgente. Nella stessa medesima situazione transitoria si trovano ora, e altrove nello sconfinato cosmo, altri pianeti, razze e sistemi come i vostri, ed anche loro stanno compiendo il medesimo passaggio, assecondando il divino piano per lo sviluppo e la crescita dell’universo.

Noi arturiani, dalla nostra angolatura multidimensionale, sentiamo il desiderio di assistere i nostri fratelli cosmici, non solo quelli della terra, ma ovunque nella galassia. Il nostro compito con voi è insegnarvi a trasferire il focus di percezione verso sfere di coscienza più elevate delle 3D.

Così, comprenderete che coloro che per affinità di percezione, vedono l’universo in un dato modo, tendono a compattarsi in gruppi di esperienza o razze. Ai livelli più alti ciò avviene in forma di coscienze, coscienze unite.

Il lavoro che svolgeremo con voi è la pulizia e innalzamento della vibrazione. Vorrei chiarire cos’è la vibrazione dalla nostra angolatura multidimensionale. La vibrazione altro non è che il valore d’assonanza con la luce cosmica del creatore. Si ha quindi che la materia ad esempio

vibra a livelli bassi rispetto alla più alta frequenza della luce e quindi si condensa e tende ad apparire ferma o statica. Maggiore è il livello di vibrazione, più l’elemento apparirà dinamico.

L’innalzamento della vibrazione è relativo alla consapevolezza di sé quali esseri di pura divinità.  Più consapevoli diverrete del divino in voi, più vi innalzerete di frequenza e vibrazione. Il nostro lavoro con voi consiste in questo, aiutarvi ad elevare la vostra vibrazione per poter passare attraverso il tunnel 4D e raggiungere la coscienza 5D. Un grande lavoro d’amore.

 Ayron

Fonte:  http://www.coscienzanuova.net


Condividi questo articolo

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

I commenti sono chiusi

Get Adobe Flash player

Contact

 

Giugno: 2015
L M M G V S D
« Gen   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

On the Net

Visitatori

  • 1210441 Visitatori